La Fuggerei per gli indigenti di Augusta

by Laura
0 commento

 

Circa a metà della bellissima Romantische Straße si trova una città chiamata Augusta in cui è possibile passeggiare tra le tranquille strade della Fuggerei.

La Fuggerei è il complesso di case popolari più antico del mondo. Fu fondata da Jakob Fugger nel 1521. Era, ed è tutt’ora, un piccolo quartiere residenziale per i cittadini di Augusta indigenti. Jakob Fugger decise di fondare il complesso per non rendere gli abitanti di Augusta percettori d’elemosina. Per poter vivere nella Fuggerei bisognava possedere tre requisiti: essere cittadini di Augusta, cattolici e persone rispettabili. Fugger decise che le abitazioni potevano essere concesse solamente a persone bisognose che pur lavorando non riuscivano a guadagnarsi da vivere.

Dentro la Fuggerei

Appena superato il muro perimetrale, che circonda tutta l’area, si entra in uno spazio ordinato e silenzioso capace di trasmettere pace e tranquillità. All’interno della Fuggerei la vita scorre lentamente, lontana dalla confusione e dal traffico delle strade. Le caratteristiche villette a schiera si susseguono una dietro l’altra creando lunghe stecche che abbracciano le vie principali. tutte le villette sono color ocra e hanno porte e persiane verdi; molte sono ricoperte di edera.

Via principale

Via principale

Ingresso ricoperto di edera

Ingresso ricoperto di edera

Oltre alle abitazioni la Fuggerei offriva ai residenti i servizi essenziali come: una chiesa, un giardino condiviso ed un’infermeria con sei posti letto. Oggi l’infermeria non è più visitabile poiché è abitata, ma si possono visitare il museo, un appartamento storico contenente l’arredamento originale dei primi del ‘900, un appartamento moderno, la piccola chiesa, il giardino condiviso ed il bunker.

L’appartamento storico mostra come vivevano i residenti della Fuggerei nel primi anni del XX secolo. Gli appartamenti erano composti da tre stanze: un soggiorno usato anche per lavoro, una piccola camera da letto per tutta la famiglia ed una cucina con un focolare. Gli appartamenti non avevano il bagno. Nel corso degli anni le abitazioni sono state conformate ai nuovi standard di vita. Oggi gli appartamenti, abitati per lo più da persone anziane e coppie, dispongono di: soggiorno, cucina, camera da letto matrimoniale e bagno. Ogni abitante può arredare l’appartamento seguendo i propri gusti.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, il bunker situato al di sotto del giardino veniva utilizzato dai residenti come rifugio antiaereo. Oggi è un suggestivo museo che mostra oggetti, documenti, fotografie e testimonianze della Fuggerei durante il periodo di guerra. I filmati e le fotografie del museo portano a rivivere il terrore vissuto dalle persone costrette a passare ore ed ore chiusi nelle stanze umide del bunker aspettando che i bombardamenti finissero, sapendo che lì fuori molte persone a loro care non sarebbero sopravvissute e che quel poco che possedevano sarebbe andato distrutto. Augusta era una grande città industriale, che in tempo di guerra produceva armi per l’esercito tedesco, per questo motivo subì pesanti bombardamenti. Nella notte tra il 25 ed il 26 Febbraio del 1944 Augusta subì il peggior bombardamento. Quella notte la Fuggerei venne quasi totalmente distrutta e solamente 200 dei 930 abitanti si salvarono.

Ingresso del bunker

Ingresso del bunker

Museo nel bunker antiaereo

Museo nel bunker antiaereo

Museo nel bunker

Museo nel bunker

La Fuggerei dopo il bombardamento

La Fuggerei dopo il bombardamento

La Fuggerei oggi

La Fuggerei oggi

La ricostruzione della Fuggerei avvenne grazie all’aiuto economico delle fondazioni. Le donazioni unite al lavoro degli abitanti riportarono la Fuggerei allo splendore origionario.

Qualche curiosità sulla Fuggerei

Fugger fissò un canone di affitto annuo di un fiorino renano. Nel 1521 un fiorino renano corrispondeva al salario settimanale di un artigiano. Oltre all’affitto tutti gli abitanti dovevano pregare tutti i giorni per i benefattori e le loro famiglie. Nel corso dei secoli l’affitto non è mai cambiato. Oggi, come allora, i residenti della Fuggerei pagano un affitto annuo di un fiorino renano, ovvero 88 centesimi di euro.

I portoni del muro perimetrale chiudono alle 22:00 ogni sera. Per entrare più tardi gli abitanti devono pagare al guardiano 50 centesimi oppure un euro se passata la mezzanotte.

Fino al 1694 un appartamento della Fuggerei fu abitato dal bisnonno di Wolfgang Amadeus Mozart.

Tutte le fotografie della Fuggerei

Puoi vedere altre fotografie della Fuggerei nei miei album su Flickr e Pinterest

Qualche info turistica e mappa

La Fuggerei si trova ad Augusta in via Jakoberstraße 26

[nwm_map id=”2″]

Il costo: adulto 4 €, bambino (da 8 a 18 anni) 2 €, biglietto famiglia (2 adulti fino a 4 bambini) 8 €. La Fuggerei è aperta tutti i giorni (da Aprile a Settembre) dalle 8 alle 20, (da Ottobre a Marzo) dalle 9 alle 18.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale

Lascia un commento