Milano a colori: il blog tour

by Laura
0 commento

Ti racconto le tappe dalla seconda giornata del blog tour #milanoAColori a cui ho partecipato il 1 Maggio.

Come ho raccontato in un breve post, sono stata invitata al blog tour #milanoAColori. Trovavo il programma del blog tour davvero entusiasmante, un percorso tra i colori di Milano per smentire i pregiudizi di grigiore e tristezza su una città che è tutto tranne che triste e grigia. Non solo, ero entusiasta di conoscere tanti bloggers con cui comunico sui social network, specialmente su Twitter e che seguo da tanto tempo; alcuni ancor prima che In Viaggio con le Brioches nascesse.

Domenica 1 Maggio di buon mattino andai in stazione a prendere il treno. Mentre mi avvicinavo a Milano immaginavo come sarebbe stata la giornata. Ero molto felice ed entusiasta per l’esperienza che mi aspettava! Fino a quando mi resi conto di non aver rinnovato la promozione sul telefono (un classico, me ne dimentico sempre 🙂 ) e non potevo condividere nulla! Così iniziai a cercare disperatamente un bar o un’edicola aperta ma era il 1 Maggio e giustamente molti erano chiusi! Fortunatamente riuscii a risolvere il problema trovando un’edicola aperta alla stazione di Garibaldi.

Il ritrovo era alla Pasticceria Alla Fontana nel quartiere Isola. Dopo una lunga corsa riuscii ad arrivare e venni subito accolta con gioia da Cristiana di Viaggevolmente, dai bloggers e da Gian Vito Antoniazzi, coordinatore del Distretto Isola.

Finita la colazione ci incamminammo per le vie del quartiere Isola, la meta era piazza Gae Aulenti, per il ritrovo con i bloggers che avevano pernottato all’AC Hotel by Marriot. Lungo la strada, il signor Gian Vito Antoniazzi ha iniziato a raccontarci con orgoglio e parole piene d’amore il luogo in cui abita.

Arrivati a Gae Aulenti abbiamo incontrato tutti gli altri bloggers e da lì è iniziato il tour della seconda giornata di Milano a Colori. Le tappe seguenti sono state: il bellissimo Bosco Verticale di cui si continua a parlare molto, la street art del Distretto Isola, i salotti urbani degli spazi funzionali progettati da studenti del Politecnico di Milano in cui rilassarsi leggendo un giornale e ricaricando lo smartphone. La visita è proseguita con la visita all’esterno della Casa della Lupa che deve il suo nome alla statua della lupa posta sulla facciata, la tomba di Parini sita in un cortile privato costruito sopra quello che un tempo era il cimitero del distretto.

20160501_095454-01

Salotto urbano

20160501_095608-01

Energy box

IMG_3184

Il luogo che più ho preferito del distretto è il santuario di Santa Maria alla Fontana. Secondo una tradizione Carlo II d’Amboise, governatore di Milano durante il dominio francese fu guarito dall’acqua taumaturgica della fonte, utilizzata in passato per guarire problemi articolari. Nel XIX secolo un industria inquinò la falda da cui sgorgava l’acqua, per questo motivo l’acqua che ora sgorga nel santuario proviene dall’acquedotto. Non si sa con certezza chi abbia realizzato il santuario, per molti anni il progetto è stato attribuito a Leonardo Da Vinci e a Bramante, per le colonne del chiostro e a Solari fino a quando nel 1982 venne scoperto il vero progettista: l’architetto Amedeo.

IMG_3187

IMG_3191

Il tour del quartiere Isola, proseguì con la visita della Fonderia Napoleonica Eugenia, che un tempo era una prestigiosa fonderia di bronzo sita nel centro di Milano. Ora lo spazio accoglie il museo dedicato alla storia dell’arte fusoria e all’attività della famiglia che, susseguita dalla famiglia Manfredini, si dedicò per più di un secolo alla produzione di monumenti e campane in bronzo.

IMG_3204

L’ultima tappa prima del pranzo fu UroBuro una cooperativa sociale nata per inserire nel mondo del lavoro sofferenti psichici. La cooperativa realizza gioielli e ha dato vita all’iniziativa “Fà la tua fede”: l’opportunità di realizzare in prima persona le proprie fedi del matrimonio.

20160501_115142-01

Dopo una lunga camminata ci siamo riposati e rifocillati alla Pizzeria Alla Fontana, specializzata in pizza al trancio.

L’ultima tappa della giornata è stata il The Brian & Barry Building: un contenitore di esperienze a tutto tondo dal fashion, alla ristorazione, dalla bellezza all’arte e tempo libero. L’edificio offre una verticalità dell’esperienza in cui ad ogni piano è dedicato un tema.

La giornata terminò con la consegna delle shopper contenenti i gadgets regalati dagli sponsor AC Hotels by Marriot, inLombaria e The Brian & Barry Building e con i saluti.

E’ stato bello passare una giornata con tutti i bloggers conosciuti online, scambiare due chiacchere con loro, imparare dai più esperti molte cose nuove e fare conoscenza di altri bloggers che non conoscevo nemmeno online. Eccoli tutti qui in ordine alfabetico (date uno sguardo ai loro articoli e video):

Ringrazio Cristiana di Viaggevolmente e Nicoletta di One Two Frida per avermi invitata a questo splendido tour tra i colori di Milano. Puoi vedere le altre foto nell’album su flickr. Presto vi racconterò nel dettaglio molte altre cose 🙂

Lau 

Sponsor di #milanoAColori

  • AC Hotels by Marriot
  • inLombardia
  • Ad Artem
  • The Brian & Barry Building
  • MilanoCard
  • Gesto.

Ti potrebbe anche piacere

Lascia un commento