Utrecht in due giorni: cosa non perdere

by Laura
0 commento

Utrecht è la mia città olandese preferita! Un piccolo concentrato di bellissime case, locali giovanili tutto avvolto da un’aria fresca e piacevole. Solitamente, quando si pensa all’Olanda come meta si inserisce nel viaggio solamente Amsterdam (di cui ne ho parlato in questo post: “cosa vedere ad Amsterdam in tre giorni”), tralasciando Utrecht. Tuttavia, a mio parere non c’è nulla di più sbagliato. Torniamo a noi, cosa vedere ad Utrecht in due giorni? 

Appena arriverai in questa bellissima città ti inebrierai subito del suo spirito frizzante e giovane, dovuto molto probabilmente al fatto che Utrecht è una città universitaria. Infatti, tra le prime cose che saltano all’occhio è senz’altro la presenza di tantissimi giovani adulti che occupano allegramente strade, ristoranti e bar. 

Il modo migliore per visitare Utrecht in due giorni è di percorrerla a piedi e di non avere piani troppo rigidi perché ogni singolo angolo può essere una magnifica sorpresa. Potresti anche noleggiare una bicicletta per accorciare le distanze, anche se in realtà i luoghi da visitare sono così vicini che non è necessario averne una.  

TOUR ALLA VISITA DI UTRECHT IN DUE GIORNI 

1° GIORNO 

Per vivere in questo bellissimo centro carico di cultura ti consiglio di arrivare in hotel la sera prima così da dedicare il maggior tempo possibile ad Utrecht. Durante questo viaggio ho pernottato al Grand Hotel Karel V, un bellissimo hotel 5* ospitato da una struttura storica con ottimi ristoranti tra cui un bistrot stellato Michelin. L’hotel dispone anche di palestra, piscina, sauna e bagno turco. 

Dopo un buon risveglio raggiungi la Domtoren, la torre più alta d’Olanda. Se ami i panorami non dovrai assolutamente perdere questa esperienza. Se sarai fortunato e troverai il tempo sereno riuscirai a vedere Amsterdam. La salita è un po’ faticosa ma ne vale la pena.

Dopo la discesa della torre varca l’arco che trovi sulla destra della torre. Lì troverai un incantevole piccolo giardino e alle spalle un passaggio che conduce alla piazza davanti la Domkerk.

Dopo aver scattato un po’ di foto alla piazza entra nella cattedrale. Gli interni non sono particolari e la chiesa non mi ha fatta impazzire, ad eccezione del chostro Pandhof.

Proseguendo per la via sul retro del chiostro arriverai a Kromme Nieuwegracht dove incontrerai il bellissimo Paushuize (visitabile solamente l’ultima domenica del mese alle 10:45 con una visita guidata gratuita), il palazzo di Papa Adriano VI, l’unico Papa olandese. 

Raggiungi poi Oudegracht (il lungocanale) e percorrilo in lungo e in largo. Penso che questo sia il luogo più bello della città. Raggiungi poi lo Stadhuisbrug (il comune) e continua a percorrere il lungocanale colmo di librerie, negozi, negozietti vintage bar e ristoranti, dopo pochi metri troverai il Castello Oudaen del 1276, ora ristorante e birrificio. Molto probabilmente si sarà fatta l’ora di pranzo e se il tempo è sereno raggiungi la piazza Neude dove troverai tavoli all’aperto e tantissimi ristoranti.

Dopo il pranzo raggiungi Lange Viestraat fino all’angolo con Vredenburg per fotografare il divertente Miffy’s Traffic Light, ovvero il semaforo di attraversamento pedonale con luce raffigurante Miffy, la tenera coniglietta olandese.  

Potrai dedicare il pomeriggio alla visita dei musei. Se viaggerai con dei bambini ti consiglio di portarli al Museo di Miffy (Nijntje Museum), dove potranno trascorrere del tempo divertendosi e partecipando a tantissime attività creative. Sfortunatamente, non ho più l’età per partecipare a queste esperienze! 

Altri musei che potrebbero interessarti sono: 

  • Centraal museum 
  • Railway museum (museo dedicato alle ferrovie olandesi) 
  • Casa Rietveld Schröder (per visitare questa casa occorre prenotare almeno una settimana prima, noi non lo avevamo fatto e quel giorno era rimasto solamente un posto disponibile) 
  • Museum Speelklok (museo della città di Utrecht con collezione di strumenti musicali) 

Quando giungerà l’ora di cena torna al lungocanale Oudegracht e cena in uno dei tanti canali sulla banchina del canale. È un’esperienza bellissima! Dopo cena passeggiai ancora sul lungocanale e all’altezza del Winkel van Sinkel, appena dietro lo Stadhuisburg venni avvolta da una bellissima musica jazz, così alzai lo sguardo e proprio al primo piano del Winkel van Sinkel vidi le finestre aperte e molte persone che ridevano e si divertivano ballando il Charleston e subito desiderai di essere fra loro a ballare! 

2° GIORNO 

Il secondo giorno potrai dedicarlo alla visita del pazzesco Kasteel De Haar, il castello più grande d’Olanda e prende il nome dalla famiglia Van De Haar che lo costruì nel XIV secolo, ma venne distrutto durante le rivolte avvenute nel 1482.

Citato in numerosi libri e giornali, nel 1890 il castello venne ereditato in stato di decadenza da Étienne van Zuylen van Nijevelt che, insieme alla moglie la baronessa Hélène Carline Betsy de Rothschild e l’architetto Pierre Cuypers, si occupò del suo restauro creando un vero e proprio capolavoro. Nei primi anni del ‘900 la famiglia amava invitare personaggi mondani e illustri. Infatti, nel castello pernottarono anche Coco Chanel e Maria Callas!

 

Gli interni del castello sono in stile neogotico a meno di alcune stanze in stile classico. Il castello era famoso per gli sfarzi e comodità che all’epoca veramente poche persone potevano permettersi. Infatti, gli ospiti ed i padroni potevano godere di corrente elettrica, telefoni, una stanza da parrucchiere con lavandini eleganti dal quale sgorgava anche acqua calda. Inoltre, il castello ha una cucina enorme ancora utilizzata a settembre, mese nel quale la famiglia proprietaria occupa il castello in memore dei tempi passati. Il castello fu anche set cinematografico di famosissimi film. 


Il castello è raggiungibile in autobus con partenza dalla stazione centrale di Utrecht. Al piano –1 troverai la banchina C1 dal quale potrai prendere l’autobus n. 9, in partenza due volte all’ora ogni 30 minuti a partire dall’ora e 1 minuto. Il viaggio fu divertente perché l’autista raccontava barzellette e spiegò la storia delle torri che incontravamo prima del castello. Il castello è raggiungibile anche anche con l’autobus 111. 

Utrecht è facilmente raggiungibile in treno da Rotterdam o Amsterdam per entrambe le tratte si impiega poco più di mezz’ora. 

Stazione Centrale di Rotterdam –> Stazione Centrale di Utrecht 10,50 euro 

Stazione Centrale di Utrecht –> Stazione Centrale di Amsterdam 7,60 euro 


Ti piacerebbe visitare Utrecht? Per altre informazioni scrivimi nei commenti

Ti potrebbe anche piacere

Lascia un commento