Venezia in un giorno: cosa non perdere

by Laura
0 commento

Quest’anno ho trascorso un Natale veramente speciale: Subin è stata ospite a casa nostra. Nell’articolo sull’amicizia in viaggio ti avevo raccontato di lei e come ci siamo conosciute (puoi leggere la nostra storia nell’articolo: “Amicizia in viaggio grazie ad Instagram”).

Subin era molto contenta del suo viaggio in Italia ed era la sua prima volta che metteva piede sul territorio italiano. Per questo motivo pensai di farle visitare Milano e Venezia. Fu così che il 23 dicembre, prendemmo un treno in partenza all’alba da Milano Centrale verso Venezia. 

Le settimane prima del viaggio pensai più volte all’itinerario perfetto per consentire a Subin di scoprire il più possibile della città. Tuttavia, non riuscendo a trovare un itinerario perfetto pensai a quali possano essere gli stereotipi ed i pensieri dei turisti internazionali. Insomma, pensai al “pizza, pasta e mandolino”.  

Certamente stavo scherzando, ma decisi di concentrarmi sui luoghi più caratteristici per vedere Venezia in un giorno.  

VENEZIA IN UN GIORNO 

Il nostro itinerario iniziò proprio da piazza Roma dove prendemmo il battello del trasporto pubblico. Avremmo potuto procedere anche a piedi verso Piazza San Marco, ma ho pensato che sarebbe stato bello portarla in Piazza San Marco navigando il Canal Grande su cui si affacciano i palazzi più belli di Venezia. Devo dire che la scelta fu azzeccata e le piacque molto. Arrivate a famosissimo Ponte di Rialto scendemmo dal battello e ci dirigemmo verso Piazza San Marco.  

Rimase incantata dal ponte e dalla vista dall’alto del Canal Grande.  

Poi proseguimmo verso Piazza San Marco e dopo qualche foto decidemmo di entrare a visitare la basilica. Inutile dire che gli interni lasciarono Subin a bocca aperta. Non credeva che il mosaico del soffitto fosse in vero oro.  

Proseguimmo poi verso il vicino Palazzo Ducale ed il famoso Ponte dei Sospiri.  

Riprendemmo poi il traghetto verso l’isola di Murano, dove portai Subin a visitare una fabbrica di vetro di Murano.

Dopo una passeggiata sull’isola prendemmo nuovamente il traghetto per l’isola di Burano. Ha adorato questa coloratissima isola della laguna e mi svelò che tutti i coreani sognano di visitarla perché considerata uno dei luoghi più romantici d’Italia, aggiungendo che nonostante ciò tutta l’Italia è un paese molto romantico. Sinceramente rimasi molto sorpresa, perché se qualcuno mi dovesse chiedere qual è la città più romantica direi subito Parigi, chiamata appunto “la città dell’amore”. Le chiesi spiegazioni in merito alla sua affermazione e mi raccontò che in Sud Corea spesso mandano in onda pubblicità su città italiane e video sull’Italia in cui viene evidenziato il romanticismo. Inoltre, aggiunse che l’Italia è un paese romantico perché gli innamorati si baciano in pubblico, mentre in Corea tutto ciò è segno di maleducazione.

Infine, tornammo nel centro di Venezia e proseguimmo con la visita della famosa libreria Acqua Alta.  

Passammo le ultime ore passeggiando tra le vie e facendo shopping. 

Vedere bene Venezia in un giorno è sicuramente impossibile. Penso che almeno tre giorni ci vogliano per godere di una città che ha molto da offrire. 

Ti potrebbe anche piacere

Lascia un commento