Viaggio in Olanda di 13 giorni: informazioni utili

by Laura
2 commenti

Questa estate ho trascorso 13 magnifici giorni alla scoperta di una terra per me nuova: i Paesi Bassi. Era da tempo che desideravo esplorare questo paese, salire su un mulino e camminare tra i campi di tulipani. Tuttavia, quest’ultimo desiderio non sono riuscita ad esaudirlo perché non era il periodo della fioritura, ma spero di riuscire a recuperare presto. 

Di seguito riporto tutte le informazioni che ho raccolto durante il mio viaggio in Olanda.  

ITINERARIO E DATE 

5-7 agosto: Amsterdam (ti ho raccontato di Amsterdam nel post:”Amsterdam in tre giorni: cosa non perdere“)

8 agosto: Zaanse Schans, del quale ti ho raccontato nell’articolo: “Gita a Zaanse Schans per rivivere l’Olanda del passato

9 agosto: Giethoorn, diga Afsluitdijk, Edam, Volendam (ti ho raccontato del tour in questi post: “Giethoorn, il villaggio da fiaba“, “Cosa vedere nell’Olanda settentrionale: Edam, Volendam e diga Afsluitdijk“)

10-12 agosto: L’Aia e Delft (ti ho raccontato di questi due paesi in questi post: “L’Aia in due giorni: cosa non perdere“, “Delf in un giorno, cosa vedere nella città del Vermeer

12-14: Rotterdam e mulini di Kinderdijk (ti ho raccontato di Rotterdam e Kinderdijk in questo post: “Rotterdam in due giorni: guida alla visita“, “Visita ai mulini a vento di Kinderdijk“)

14-16: Utrecht e Kasteel De Haar (ti ho raccontato di Utrecth e il Kasteel De Haar in questo post: “Utrecht in due giorni: cosa non perdere“)

16-17: Amsterdam 

ALLOGGI 

Cliccando sui nomi degli hotel in cui ho soggiornato durante il mio viaggio in Olanda troverai l’articolo nel quale ti racconto la mia esperienza: 

MEZZI DI TRASPORTO  

Già sappiamo che i paesi del nord Europa sono all’avanguardia in tema di mezzi di trasporto e posso confermare che l’Olanda non è da meno rispetto alle altre grandi nazioni. Ogni grande città olandese offre un’ottima rete di mezzi di trasporto che variano da città a città. In generale tutte hanno le linee tramviaria e autobus, ma non tutte la linea della metropolitana che è presente solamente a Rotterdam. 

COME RAGGIUNGERE LE CITTA’  

Giethoorn: automobile 

Diga Afsluitdijk: automobile 

Zaanse Schans, Edam e Volendam (da Amsterdam): autobus 391 in partenza dalla stazione centrale di Amsterdam. Il viaggio da Amsterdam a Zaanse Schans dura circa 50 minuti. 

L’Aia (da Amsterdam): treno Intercity dalla stazione di Amsterdam Zuid. Il viaggio dura circa 40 minuti. È possibile acquistare i biglietti direttamente in stazione. Arriverai alla stazione centrale de L’Aia. La frequenza dei treni è di 30 minuti. 

Delft (da L’Aia): tram 1 da L’Aia. Non è necessario acquistare un biglietto supplementare. La tratta è coperta dal biglietto singolo de L’Aia, oppure dal biglietto giornaliero. 

Rotterdam (da L’Aia): dalla stazione centrale de L’Aia prendi la linea della metropolitana sprinter Slinge (linea E), arriverai alla stazione centrale di Rotterdam. Il viaggio dura circa 30 minuti e la frequenza dei treni è di 15 minuti. 

Mulini di Kinderdijk (da Rotterdam): potrai pendere la nave in partenza dal porto vicino all’Erasmusburg oppure il tram 23 (scendere alla fermata P+R Beverwaard) ed in seguito il bus 489. Frequenza dell’autobus ogni 30 minuti.  Il costo per le due tratte è lo stesso. Tuttavia, la tratta in barca è possibile solamente in estate e tarda primavera. 

Utrecht: treno Intercity dalla Stazione centrale di Rotterdam e arrivo alla stazione centrale di Utrecht (circa 40 minuti di viaggio). Il treno parte da Rotterdam ogni 30 minuti. 

Kasteel de Haar: autobus 9 in partenza dalla banchina C degli autobus della stazione centrale di Utrecht 

Amsterdam da Utrecht: treno Intercity dalla stazione centrale di Utrecht verso la stazione centrale di Amsterdam. Il viaggio dura circa 30 minuti. 

MUOVERSI NELLE CITTA’ 

Amsterdam: Il mezzo più economico e veloce è senz’altro il tram. I biglietti si acquistano direttamente sui tram e possono essere acquistati esclusivamente con carte. I contanti non vengono accettati. Ti sconsiglio di noleggiare una bicicletta poiché è estremamente pericoloso, in quanto il traffico è intenso e in genere i ciclisti non prestano attenzione.  

L’Aia: il mezzo più comodo per girare questa città è il tram. È possibile fare i biglietti alla stazione ferroviaria oppure sul tram stesso. 

Delft: date le sue dimensioni non ti servirà prendere nessun mezzo per girare tra le sue vie. La città è per lo più pedonale. Potrai raggiungere Delft da L’Aia prendendo il tram 1. 

Rotterdam: il mezzo di trasporto più comodo per visitare Rotterdam è sicuramente la metropolitana, che collega ogni punto d’interesse della città.  

Utrecht: potrai girare a piedi per le vie della città. Il centro storico è per lo più pedonale. 

PATENTE DI GUIDA 

Durante il mio viaggio in Olanda ho noleggiato l’auto per un giorno, pertanto posso affermare che guidare in Olanda è estremamente semplice. La guida è a sinistra come in Italia e normalmente tutti rispettano le leggi stradali. Per guidare in Olanda è sufficiente una patente di guida europea in corso di validità. Se noleggerai l’auto ricordati di stipulare l’assicurazione e di controllare ogni minimo dettaglio dell’auto prima della partenza, in quanto al momento della restituzione verrà controllata ed ogni minimo segno sarà addebitato. 

COSTO DELLA VITA 

Rispetto al tenore di vita italiano, l’Olanda risulta più costosa. Il costo di un biglietto del tram si aggira intorno ai 3 euro. Per pranzo potrai mangiare spendendo poco. Più volte scelsi di pranzare da Happy Toast, dei piccoli e bellissimi bar con altalene e ottimi toast. Il prezzo di un toast è di circa 5 euro.  

Per la cena al ristorante spenderai almeno 30 euro a persona. 

CONTANTI O CARTE?

Il pagamento tramite carta (di credito, debito o prepagata) è sicuramente quello che ho preferito in ogni occasione e per tutto il viaggio in Olanda. Tuttavia, potrai pagare anche in contanti. Tuttavia, quest’ultimi non sempre vengono accettati, per esempio è impossibile acquistare i biglietti dei mezzi pubblici con contanti. 

FOTOGRAFIA E VIDEO DI REPORTAGE 

È possibile scattare fotografie e video. Tuttavia, ricordo che è severamente vietato fotografare le donne nel quartiere a luci rosse. Prima di fotografare all’interno di un luogo controlla se è possibile farlo e nel caso lo fosse ricordati di disattivare il flash. Se desideri scattare dei ritratti ricordati di chiedere il permesso. L’uso di droni nelle città è vietato, a meno che non siate in possesso di autorizzazioni alle riprese commerciali e abbiate conseguito il brevetto da pilota per droni. Anche in quest’ultimo caso sarà obbligatorio richiedere un permesso specifico per far volare il proprio drone sui tetti delle città. 

SICUREZZA 

Durante il mio viaggio in Olanda non mi sono mai sentita in pericolo. Tuttavia, come in ogni città, è possibile incorrere in furti, quindi ti consiglio di prestare sempre attenzione alla tua borsa e/o zaino. Inoltre, ti sconsiglio di camminare per i vicoli stretti e le vie poco affollate del quartiere a luci rosse di Amsterdam, specialmente durante le ore notturne. 

Ti potrebbe anche piacere

2 commenti

Beatrice 3 Marzo 2019 - 21:11

io ho visto solo Amsterdam, ma mi ha lasciato la voglia di scoprire anche il resto del paese, chissà… prima o poi…

Reply
Laura 14 Marzo 2019 - 15:07

Sono felicissima di averti ispirata! Spero che quel viaggio possa essere più prima che poi 😉

Reply

Lascia un commento